facebooktwitter

nonsolocontro2017

1916905 Visualizzazioni

orchestra

Una reazione emotiva le cui origini non sono note

E'  la connettività cerebrale a determinare l'impatto emotivo

Sarebbe la connettività cerebrale a determinare l'impatto emotivo, e il totale coinvolgimento fisiologico, di alcune canzoni. «Pensiamo che la connettività tra la corteccia uditiva e queste altre regioni permetta alla musica di avere una profonda risposta emotiva in queste persone - spiega Matthew Sachs, ricercatore dell'Università della California meridionale, che insieme a colleghi di Harvard e della Wesleyan University (Connecticut), ha interrogato con un questionario online circa 200 persone, indagando sul loro rapporto con la musica -. È difficile dire se questa capacità venga appresa con il tempo o se queste persone abbiano naturalmente più fibre cerebrali. Tutto quello che possiamo dire è che queste differenze potrebbero spiegare il comportamento che vediamo». Il ricercatore ha selezionato 10 soggetti propensi a rabbrividire alla loro canzone preferita, e 10 che mai avevano provato questa sensazione. I 20 volontari sono stati invitati a recarsi al laboratorio ascoltando in cuffia la loro musica preferita. Una seconda batteria di test "dal vivo" ha confermato che, benché tutti i soggetti si professassero appassionati di musica, alcuni provavano brividi come reazione fisiologica alle canzoni, altri no. A questo punto, tutti gli ascoltatori sono stati sottoposti a imaging con tensore di diffusione, una tecnica di risonanza magnetica che permette di osservare come le diverse regioni cerebrali sono connesse. Tra i due gruppi c'erano differenze visibili nelle modalità di connessione tra tre regioni chiave. Chi avvertiva i brividi "musicali" aveva più fibre nervose che dalla corteccia uditiva, indispensabile all'ascolto, portavano a due altre regioni. I ricercatori pensano che la connettività tra la corteccia uditiva e queste altre regioni permetta alla musica di avere una profonda risposta emotiva. «È difficile dire se questa capacità venga appresa - conclude Sachs - con il tempo o se queste persone abbiano naturalmente più fibre cerebrali».

 

Cerca nel giornale

SPORT

Image Lunedì, 08 Luglio 2019
Venaria, "dai che è lunedì!"

Gli esperti

Image Giovedì, 04 Luglio 2019
CM: una lince imbalsamata all'URP

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Ultime news

Venerdì, 03 Maggio 2019
Lo yeti esiste. Forse
Mercoledì, 20 Febbraio 2019
Sono dello scorpione, o forse no?
Lunedì, 25 Febbraio 2019
L'aereo cargo più grande del mondo
Giovedì, 13 Giugno 2019
L'ortista urbano: i lavori di giugno

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.