facebooktwitter

nonsolocontro2017

5708009 Visualizzazioni

mappa astronomica perseidi Nonsolocontro

 

Le notti del 12 e 13 agosto è previsto il picco

Tutti i luoghi più suggestivi di Torino da cui ammirare la pioggia di stelle cadenti

Ilaria Cavallo

Il mese di agosto, quello che rappresenta per milioni di persone il periodo delle vacanze, è ricco di momenti magici. Tra questi vanno segnalate le notti del 12 e 13 agosto di quest’anno, giorni nei quali la Terra verrà “investita” da un’autentica pioggia di meteoriti.

Nulla di preoccupante, non si prospettano scenari apocalittici da blockbuster americani, quanto più il momento perfetto in cui ammirare un gran numero di stelle cadenti.

Gli amanti delle stelle di tutto il mondo notoriamente stanno con il naso all’insù nella notte di San Lorenzo aguzzando la vista per scorgere qualche scia luminosa nel cielo ed esprimere un desiderio, ma non molti sanno che il momento in cui avvistarne il maggior numero è nelle notti dall’11 al 13 agosto.

Note anche come “lacrime di San Lorenzo”, le Perseidi sono uno sciame meteorico che ogni anno la Terra incontra lungo la sua ellisse che sembrano provenire appena al di sotto della costellazione di Perseo – da cui prendono il nome -. Tale fenomeno si manifesta dalla fine di luglio fino oltre al 20 agosto, ma nel suo picco, che quest’anno ricada per l’appunto in queste due notti, sono avvistabili ad occhio nudo in media circa un centinaio di scie luminose. Un numero impressionante che rende le Perseidi uno sciame tra i più rilevanti in termini di osservabilità.

Come spiega Sandro Bardelli, un ricercatore astronomico presso l’Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio di Bologna:

«Le Perseidi, comunemente chiamate 'stelle cadenti' sono in realtà dei pezzi di cometa (Swift-Tuttle) lasciati durante i suoi passaggi. Una cometa è fatta di ghiaccio e roccia, quando si avvicina al Sole, il ghiaccio diventa vapore e si trascina pezzi di roccia. Poi, quando la Terra incontra la scia, questi cadono e le grandi velocità (siamo oltre i 100.000 km orari) li riscalda e li vediamo come una scia luminosa».

Perseidi Stelle Cadenti Torino Nonsolocontro

È possibile ammirarle – condizioni meteo permettendo - anche in Torino e provincia armandosi semplicemente di una buona vista e tanta pazienza.

A Pino Torinese, dove sorge il noto Osservatorio Astronomico, si può godere di una buona visuale, mentre in Torino uno dei luoghi più suggestivi è il Parco del Valentino in cui stendersi comodamente su un prato. In molti si recano a Superga, ma la visibilità è meno buona.

Al Parco della Mandria, ben lontani dall’inquinamento luminoso, è possibile fare una romantica passeggiata sotto alle stelle.

Allontanandosi ancora di più dalla città, va ricordata la zona dei laghi di Avigliana, mentre per coloro che vogliono regalarsi una serata indimenticabile la meta perfetta è il Colle del Nivolet nel Gran Paradiso, uno tra i luoghi più buio d'Italia in cui poter godere non solo del passaggio delle stelle cadenti ma anche dell’immensa bellezza della volta celeste.

 


Cerca nel giornale

SPORT

Gli esperti

Image Mercoledì, 09 Settembre 2020
La displasia dell'anca nel cane

SCIENZA

Image Martedì, 15 Settembre 2020
Mario, e Luigi, compiono 35 anni

COLLEZIONISMO

Ultime news

Martedì, 10 Settembre 2019
Otto consigli per perdere peso
Mercoledì, 01 Gennaio 2020
Come combattere gli attacchi di fame
Domenica, 28 Giugno 2020
Cartine stradali, quanta nostalgia
Venerdì, 03 Maggio 2019
Lo yeti esiste. Forse

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com