facebooktwitter

nonsolocontro2017

1940409 Visualizzazioni

unesco palazzo N

 

E' l'Unesco istituito nel 1950 per una cultura di pace e cooperazione

Protegge anche siti definiti "patrimonio dell'umanità". In Italia sono 54, 5 in Piemonte tra cui ultimo entrato nel 2018 "Ivrea città industriale del XX secolo

La recente nomina di Lino Banfi nella Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, ha suscitato polemiche, proteste e in certi casi perfino ilarità.

Ma che cos’è l’UNESCO? E, cosa significa?

E’l’acronimo di United Nation Educational, Scientificaand Cultural Organisation, ossia Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura. Istituito nel 1950 si pone come obiettivo di “favorire la promozione, il collegamento, l'informazione, la consultazione e l’esecuzione dei programmi Unesco in Italia”. Il suo compito è costruire la pace attraverso la cooperazione internazionale attraverso proprio istruzione, scienza e cultura dell'istruzione. I primi venti Paesi – Arabia Saudita, Norvegia, Nuova Zelanda, Messico, Libano, India, Grecia, Francia, Egitto, Repubbilica Dominicana, Danimarca, Cecoslovacchia, Cina, Canada, Brasile, Australia, Sudafrica, Stati Uniti, Turchia e Regno Unito, ne sottoscrissero la Costituzione già nel 1945. L’Italia fu ammessa nel 1947. Oggi i Paesi membri sono 195.

Perché nacque l’UNESCO?

Dalla consapevolezza, che all’indomani della fine della Seconda Guerra Mondiale, gli accordi economici e politici siglati dagli Stati non sarebbero bastati a garantire una pace duratura tra i popoli. Non solo la pace avrebbe dovuto essere costruita “sulla solidarietà intellettuale e morale dell’umanità”. Partendo proprio da questi presupposti l'UNESCO ha iniziato a sviluppare strumenti per aiutare le persone a “vivere come cittadini globali liberi dall'odio e dall'intolleranza”. Inoltre, ha il compito di far sì che ogni bambino possa avere accesso ad un'istruzione di qualità.

L’UNESCO è soprattutto nota perché proteggere alcuni beni del Pianeta e li inserisce nella lista cosiddetta dei “siti patrimonio mondiale”.

Cosa sono i siti “Patrimonio dell’umanità”?

Sono per lo più luoghi che presentano particolarità di eccezionale importanza sia da un punto di vista culturale sia naturale. La lista è attualmente composta da 1.092 siti - 845 beni culturali, 209 naturali e 38 misti - in 167 stati del mondo. L’Italia con 54 siti UNESCO è il Paese il Paese che ne possiede il maggior numero, seguita da Cina (53) e Spagna (47 siti). Il Piemonte vanta ben 5 siti: le residenze Sabaude (1997), I Sacri Monti (2003), I Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino (2011), i paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato (2014) e infine, ultima entrata, Ivrea Città industriale del XX secolo (2018)

Di recente  c’è stata anche l'istituzione di una lista di patrimoni "orali e immateriali", definiti come "le prassi, come pure gli strumenti, gli oggetti, i manufatti e gli spazi culturali associati agli stessi – che le comunità, i gruppi e in alcuni casi gli individui riconoscono in quanto parte del loro patrimonio culturale".

">http://web-dorado.com}


Cerca nel giornale

SPORT

Gli esperti

Image Giovedì, 18 Luglio 2019
Pericoli cui i cani sono esposti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Ultime news

Venerdì, 03 Maggio 2019
Lo yeti esiste. Forse
Mercoledì, 20 Febbraio 2019
Sono dello scorpione, o forse no?
Martedì, 29 Gennaio 2019
Quando la musica fa venire i brividi
Lunedì, 25 Febbraio 2019
L'aereo cargo più grande del mondo

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.