facebooktwitter

nonsolocontro2017

6468187 Visualizzazioni

diego maradona

 Calcio in festa per Diego Armando Maradona

Luci e ombre nella vita del grande campione argentino

Luigi Benedetto

Per anni ha conteso a Pelé il titolo di calciatore più forte di tutti i tempi. Secondo alcuni quel titolo se lo merita tutto, secondo altri la “perla nera” gli è stato superiore. In un caso o nell’altro, Diego Armando Maradona, che compie oggi sessant’anni, è stato uno dei giocatori più forti. Del mondo e della storia. 

A differenza del collega brasiliano, Maradona nella sua bacheca può vantare un solo titolo mondiale, quello del 1986, conquistato in Messico ai danni della Germania (nei quarti di finale, contro l’Inghilterra, aveva segnato due gol che in qualche modo rispecchiano e sintetizzano la sua vita. Il più bel gol mai segnato in un mondiale, correndo per quasi tutto il campo e scartando uno dopo l’altro gli inglesi che cercavano vanamente di fermarlo, e il gol più truffaldino, segnato volontariamente di mano, e con tanto di esultanza post rete).

Già, perché la sua vita ruota attorno a questi due estremi: la classe cristallina, che l’ha portato a conquistare titoli e trofei, per sé e per le proprie squadre, e il suo lato oscuro, quello della cocaina, entrata nella sua vita nei primi anni ’80, a Barcellona, e diventata una costante nella sua lunga parentesi a Napoli fino a compromettere vita e carriera; il talento innato, col quale ha condotto l’Argentina al titolo mondiale del 1986 e al secondo posto del 1990, e lo spettro delle pessime frequentazioni, dei guai con la giustizia e della tossicodipendenza, sconfinate nella squalifica per doping nel bel mezzo del mondiale del 1994. Squalifica che ha scritto la parole “fine” alla sua carriera da giocatore.

La parentesi da allenatore non è stata altrettanto fortunata, ma non sempre essere un grande giocatore vuol dire diventare per forza un grande allenatore. A sessant’anni, col mondo del pallone che conta ormai lontano, Maradona, che scriva o parli, balli o compaia in televisione, continua ad essere un personaggio. E continua a far preoccupare i tifosi, che non l’hanno mai dimenticato, per il suo stile di vita e le sue condizioni di salute. 


Cerca nel giornale

  Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

 

 

 

 

 

 

SPORT

Gli esperti

COLLEZIONISMO

Image Sabato, 28 Novembre 2020
Pronta la nuova traduzione del Messale

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com