facebooktwitter

nonsolocontro2017

6466251 Visualizzazioni

br armi

 Interrati nei boschi di Poggio Catino

Ritrovate munizioni, volantini, divise, targhe e timbri per falsificare documenti

Luigi Benedetto

Attorno alle metà degli anni '70, le Brigate Rosse avevano iniziato a guardare con interesse Roma. Sin dalla loro nascita avevano trovato terreno fertile nelle grandi città industriali e operaie, da Torino a Genova a Milano, ma Roma, dove non si concentrava il potere economico ma quello politico, era stata fuori dalle loro orbite. Poi la decisione di portare il cosiddetto “attacco al cuore dello Stato”, che si traduceva nell'intenzione di rapire un alto esponente della Democrazia Cristiana (nella persona di Giulio Andreotti: solo in un secondo tempo era stata abbandonata quella pista e l'obiettivo era diventato Aldo Moro, per il fatto - tra gli altri motivi - che per i suoi spostamenti non disponesse di un'auto blindata). Per ingrossare le loro file nella capitale, le Br avevano attinto a piene mani sia nel Movimento Studentesco, sia in Potere Operaio.

E con ogni probabilità risale proprio a questo periodo il materiale ritrovato nei giorni scorsi in due depositi delle Br. Due buche scavate nei boschi di Poggio Catino, nella zona di Rieti. Due pozzetti, rivestiti di eternit, che contenevano un vero e proprio arsenale: scatole e scatole di munizioni e proiettili per pistola e fucile mitragliatore (ormai deteriorati dal tempo e coperti di ruggine). Volantini con il “marchio di fabbrica”, la stella a cinque punte. Targhe (compresa una del Canton Ticino). Indumenti militari, resti di giubbotti antiproiettile, timbri per realizzare documenti falsi e altro materiale ancora, ma talmente malridotto da essere di difficile interpretazione. Il ritrovamento è stato realizzato dagli uomini della Digos, con l'aiuto di escavatori e metal detector, impiegati per individuare con precisione il punto in cui scavare, ma il “la” alla ricerca è stato dato da una segnalazione pervenuta alle forze dell'ordine. Un'altra delle tante zone d'ombra che contraddistinguono quel periodo della nostra storia.

br materiale

 


Cerca nel giornale

 Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

SPORT

Gli esperti

COLLEZIONISMO

Image Sabato, 28 Novembre 2020
Pronta la nuova traduzione del Messale

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com