facebooktwitter

nonsolocontro2017

1931319 Visualizzazioni

 michele sole 1

Un viaggio nella gastronomia caraibica

Tra "banderas" e "cicerones"

Quando sono arrivato qui con il mio socio abbiamo aperto un ristorante. Però come tutti gli italiani, ma direi gli europei, ci portiamo dietro il complesso del colonizzatore, siamo sempre convinti che le nostre idee siano le vincenti, le migliori. Arriviamo in un posto e quelli del luogo non sono capaci a fare niente. Quello che manca sempre a noi europei, e questo lo dico proprio per esperienza personale, è una buona dose di umiltà e di pazienza nel conoscere i costumi e nel capire che siamo in una terra straniera e, per quanto possiamo essere trattati bene, siamo stranieri. C’è bisogno di tempo per adattarsi agli usi e costumi.

C’è bisogno di tempo per capire il perché e il per come di alcune cose che possono sembrarci stupide. C’è bisogno di tempo per capire i gusti nel cibo, nel bere e in tante altre cose. Una volta entrati nell’atmosfera del Paese, è piacevole. C’è un clima molto più rilassato. C’è una filosofia differente. Non ho più l’orologio, penso ormai da anni. Si va ad un ritmo molto più disteso, molto più caraibico. Di infarto qui si muore poco. Si muore per altre cose, ma l’infarto è una delle ultime cause di morte.

Attualmente ho una piccola caffetteria, potrebbe essere un nostro “baruccio”, che funziona molto sul cibo veloce, quello da strada. Qui alcune usanze sono molto americane. L’influenza degli Stati Uniti è molto forte, per cui si riflette anche nel cibo in molte variabili. Il cibo nazionale è la classica “bandera dominicana”: riso bianco con i fagioli a parte, pollo fritto o guisado in salsa accompagnato con aguacate e banane fritte. E’ il tipico piatto dominicano con tante varianti. Un altro dei piatti preferiti sono i “cicerones”: carne di maiale fritta nello strutto. Perde parecchio del suo grasso, rimanendo morbidina e croccante e piace moltissimo.

Un contenuto in colesterolo che, credo, sfidi le leggi della natura, per questo una delle malattie più diffuse (colpisce circa il 50% della popolazione) è il diabete. Quasi tutti sono diabetici per il tipo di alimentazione. Nel cibo sono molto monotematici: carne di maiale e fritto, fritto e carne di maiale. E, questo fa sì che già da piccoli diventino diabetici.Comunque, ho questa piccola caffetteria che mi permette di arrivare alla fine del mese. Qui il lavoro non è semplice, non è tutto rose e fiori come quando si viene in vacanza. Questa è una delle cose che la gente dovrebbe sapere quando decide di andare a vivere all’estero.

repubblica dominicana 1

 


Cerca nel giornale

pubblicita

SPORT

Image Mercoledì, 17 Luglio 2019
Iron Bike edizione 2019

Gli esperti

Image Giovedì, 18 Luglio 2019
Pericoli cui i cani sono esposti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Più letti

Martedì, 23 Aprile 2019
Tra turismo ed estradizioni
Domenica, 17 Febbraio 2019
Una cartolina...da Berlino
Venerdì, 29 Marzo 2019
Le primarie del Pd. In Germania...

Ultime news

Venerdì, 29 Marzo 2019
Le primarie del Pd. In Germania...
Martedì, 23 Aprile 2019
Tra turismo ed estradizioni
Domenica, 17 Febbraio 2019
Una cartolina...da Berlino

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.