facebooktwitter

nonsolocontro2017

2532401 Visualizzazioni

francesca

 

Una città a prova di...bicicletta

I pro e i contro dello spostarsi in maniera ecologica

Berlino è da vivere in bicicletta. Nonostante i mezzi pubblici funzionino (quasi) perfettamente, essendo la città completamente solcata da piste ciclabili, a volte per andare da un punto A a un punto B il viaggio in bicicletta è più veloce di qualsiasi altro mezzo, perché si riesce ad evitare il traffico che si incontra viaggiando in auto e a liberarsi dell’attesa (minima, rispetto all’esperienza torinese) e dei cambi dati dai mezzi pubblici.


Addirittura vi è un pezzo di pista ciclabile che va in direzione Sud, esattamente verso il lago di Wannsee - che trovo personalmente simile, come immagine e clima, al lago di Avigliana - che passa in mezzo alla foresta di Grunewald e fiancheggia l’autostrada: la differenza di tempo fra la bicicletta e i mezzi pubblici è di circa una mezz’ora. Essendo la città per la maggior parte in piano, basta un pochino di allenamento e diventa una meravigliosa gita da fare la domenica (ma al ritorno consiglio di comprare un biglietto della metro, anche per il proprio mezzo a due ruote, e tornarsene con la S-Bahn – probabilmente avrete mangiato un’insalata di patate, un Brezel o Pretzel e bevuto una birretta di troppo). Ovviamente ci sono molti altri itinerari: fra i più famosi esiste il tour del muro di Berlino, il Berliner Mauerweg, che consta di un totale di 40 stazioni con tratte di lunghezza compresa fra i 7 e i 21 chilometri ciascuna, per un percorso complessivo di 160 km.
Inoltre ci sono diversi servizi turistici – privati e non – che propongono vari tour attraverso la capitale, in gruppo e accompagnati da una guida: le biciclette possono essere affittate direttamente in loco e incluse nel costo del biglietto, e se qualcuno ha la possibilità di portarsela da casa viene operato uno sconto sul prezzo.


Per i ciclisti più allenati e appassionati ci sono dei percorsi verso altre destinazioni Europee, Copenhagen per fare un esempio: un percorso di 650 km percorribili, secondo i calcoli, in circa 10-12 giorni (ma nessuno vieta di metterci molto più tempo).
Tutta Berlino è fornita di affitta-biciclette (con un costo di una decina di euro al giorno) e anche di bike sharing, con diverse aziende che operano su tutta la città.


In bici si può fare tutto, da una scampagnata la domenica alla spesa al supermercato in settimana: comprando meno ma tutti i giorni, i cestini delle biciclette (o addirittura i seggiolini dei bambini) sono perfetti allo scopo. Tutti i supermercati hanno rastrelliere per le bici all’esterno, e anche molti negozi più piccoli ne sono dotati, quindi il parcheggio non è mai un problema.


Ma ovviamente, esistono anche i lati “negativi” del muoversi in bicicletta: i ciclisti contromano, ad esempio; le auto che non ti vedono e aprono le portiere a casaccio; le strade a ciottoli e le rotaie del tram. Ho personalmente rischiato incidenti nei primi tre casi e rotto una caviglia grazie all’unione delle ruote della mia fedelissima bici e dei binari. Ma è un piccolo prezzo da pagare per poter avere la libertà di muoversi per tutta la città - e fare esercizio fisico a costo zero - con la propria due ruote.


In conclusione, mi sento di raccomandare per chiunque venga a visitare Berlino da maggio ad ottobre, di dotarsi di caschetto e scarpe comode, e farsi almeno una giornata verso i laghi o attraverso uno dei tantissimi parchi pubblici con una bicicletta: ve ne innamorerete, ve lo assicuro.

KarteBerlinMauerrundfahrt


Cerca nel giornale

pubblicita

Gli esperti

SCIENZA

Image Martedì, 15 Ottobre 2019
Makkox ospite del Festival della Scienza

COLLEZIONISMO

Più letti

Martedì, 23 Aprile 2019
Tra turismo ed estradizioni
Venerdì, 29 Marzo 2019
Le primarie del Pd. In Germania...

Ultime news

Venerdì, 29 Marzo 2019
Le primarie del Pd. In Germania...
Martedì, 23 Aprile 2019
Tra turismo ed estradizioni

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.