facebooktwitter

nonsolocontro2017

4527630 Visualizzazioni

LEGGI RAZZIALI BORGARO 4

 

Diversi gli incontri con storici e studiosi per comprendere l'Olocausto

La dirigente Lucrezia Russo: "Momenti come questi sono fondamentali per i nostri studenti"

In occasione della Giornata della Memoria, stabilita già da diversi anni dal parlamento italiano, nella data del 27 gennaio, giorno in cui le truppe dell’Armata Rossa, nel 1945, liberarono il campo di sterminio di Auschwitz, l’Istituto comprensivo di Borgaro ha promosso diversi momenti di confronto e studio dedicati all’olocausto del popolo ebraico, ed alla sistematica violazione di tutti i diritti umani. Diversi gli incontri e gli appuntamenti riservati agli studenti borgaresi delle medie. “Dall’anno scorso, la nostra scuola – spiega la dirigente scolastica dottoressa Lucrezia Russo – è entrata a far parte della rete delle scuole piemontesi per la didattica della Shoah, che riunisce scuole di ogni ordine e grado, con il liceo Cavour di Torino come capofila. Questo ci ha permesso – continua la dottoressa Russo – di poter usufruire di diversi e qualificanti contributi di storici e studiosi”. Il primo, che si è svolto il 10 gennaio ed ha coinvolto gli studenti delle classi terze, ha visto come protagonista il professor Claudio Vercelli, docente di storia dell’Ebraismo presso l’Università Cattolica di Milano, che ha parlato del 1938 e le Leggi razziali in Italia. Fresco di stampa è il suo ultimo libro, dedicato proprio ad uno dei capitoli più bui e meno conosciuti della recente storia del nostro paese. Il 17 gennaio, sono state le classi seconde medie, a confrontarsi con il dottor Davide Aimonetto, diplomato all’International School for Holocaust dello Yad Vashem di Gerusalemme, il più importante centro di studi e ricerche, a livello mondiale, sulla Shoah. Aimonetto ha affrontato il tema delle Leggi razziali in Italia, 80 anni dopo, con particolare riferimento ai rigurgiti antisemiti e razzisti che attraversano il Paese. L’ultimo incontro su questo delicato tema, si terrà la prossima settimana, il 24 di gennaio, in prossimità del Giorno della Memoria, quando le classi IIA e IIE si recheranno presso il cinema Massimo di Torino, per assistere alla proiezione del film: “Il viaggio di Fanny”. “La risposta dei ragazzi, nei confronti di queste iniziative sul tema del Giorno della Memoria – conclude la dirigente Russo – è stata straordinaria. Hanno dimostrato in ogni incontro grande sensibilità ed attenzione. Merito anche del lavoro svolto nelle singole classi da parte dei singoli docenti, che hanno programmato interventi didattici mirati, attraverso la visione di film, lettura di documenti, analisi di testimonianze. La formazione piena e consapevole dei cittadini del domani, passa anche attraverso questi momenti, a cui la scuola spetta il compito di promuovere e valorizzare”.

 


Cerca nel giornale

 

 


   VEDI E CLICCA SULL'IMMAGINE

banner conad marzo


donazione nsc               

 

 

 

 

 

 

SPORT

Gli esperti

Image Mercoledì, 27 Maggio 2020
Cosa fare quando si adotta un cucciolo

SCIENZA

Image Giovedì, 28 Maggio 2020
Come vivere bene dopo il Covid-19

COLLEZIONISMO

Più letti

Giovedì, 10 Ottobre 2019
Borgaro, un ricco autunno con la Roa
Venerdì, 25 Ottobre 2019
Borgaro, l'autunno della Roa
Martedì, 09 Luglio 2019
Borgaro, pista ciclabile da paura
Giovedì, 26 Marzo 2020
Sei contagi a Casa Mia a Borgaro

Ultime news

Martedì, 05 Maggio 2020
Riaperto il mercato cittadino
Martedì, 31 Dicembre 2019
Borgaro, vandali scatenati in città
Martedì, 19 Febbraio 2019
Borgaro: Gambino ci riprova

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895