facebooktwitter

nonsolocontro2017

9885986 Visualizzazioni

pista mennea chiusura

Il sindaco torna ad appellarsi al senso di responsabilità

BD:  «In sei minuti di video pochi concetti condivisibili e tanta, troppa incoerenza»

Fabio Farag

«Chiusura delle scuole? Sono contrario. Le scuole dovrebbero essere le ultime a chiudere, è troppo facile partire da lì».

Parte dalla decisione "sofferta" di chiudere le scuole, il sindaco Claudio Gambino, in uno dei suoi consueti video su Facebook in cui parla direttamente alla cittadinanza.

«Oggi (8 marzo ndr), abbiamo deciso di chiudere anche gli impianti sportivi - prosegue -. Le istituzioni devono mostrare coerenza, se le scuole sono chiuse non ha senso che i ragazzi e le ragazze possano frequentare al pomeriggio le attività sportive. È un atto di coerenza, diciamo ai nostri figli che prima viene la scuola e poi tutto il resto. Le istituzioni devono dare un messaggio in continuità con quello che danno le famiglie. Nello stesso tempo è un provvedimento necessario in quanto i contagi stanno aumentando in tutta Italia. Borgaro ha il numero di contagi più alto rispetto agli altri comuni della zona. È iniziata la terza ondata e ci va il contributo di tutti per poter dare una svolta a questa situazione»

Il sindaco poi, nella seconda parte del discorso se la prende un po’ con tutti: adulti davanti ai bar, genitori irresponsabili e, soprattutto, i "famigerati" giovani:

«Mi appello al senso di responsabilità. Chiediamo a tutti di usare le mascherine, rispettare il distanziamento e l’igiene delle mani, pratiche molto semplici e, a distanza di un anno, molti dimostrano di non aver capito che queste poche e semplici regole vanno rispettate da parte di tutti. Sia dagli adulti senza mascherina ammassati davanti ai bar e sia dai tanti ragazzi in giro che se ne sbattono altamente di regole e possibilità di contagi. Mi appello a tutti i cittadini di Borgaro, agli adulti, giovani e genitori. I genitori devono dare un messaggio ai loro figli. Quando i figli escono di casa, devono spiegargli che devono portare la mascherina e devono sapere cosa fanno. Non è possibile che dopo le 10 di sera ci siano dei ragazzi in giro per Borgaro. Se c’è un coprifuoco e tuo figlio non è a casa per quell’ora ti devi porre il problema come genitore, intervenendo in maniera dura».

Poi aggiunge:

«Non vogliamo scaricare sui giovani delle responsabilità, però è chiaro che ci deve essere da parte di tutti collaborazione e responsabilità. La ricreazione è finita, adesso ripartiamo con i controlli della Polizia Municipale. Cercheremo di fare più presidio nel territorio, sapendo che se non c’è la collaborazione da parte di tutti è difficile. Ci sono migliaia di persone in giro e noi abbiamo due pattuglie di polizia locale a fronte di mille persone che stanno in giro per la città. Sono chiuse-sottolinea chiuse- le aree giochi all’interno dei parchi, come anche le aree fitness e le aree sportive del territorio, chi si troverà all’interno di queste aree, verrà multato. Non venite a lamentarvi col sindaco o col comandante della polizia locale, perché le regole sono chiare e semplici e chiediamo a tutti di rispettarle»

Qualche ora dopo la comunicazione del sindaco, un comunicato della Buona Destra fa sapere la contrarietà del neopartito rispetto alle parole di Gambino.

«Siamo rimasti interdetti, nell’ascoltare il video intervento del primo a cittadino di Borgaro, pubblicato sulla pagina social ufficiale della città, che abbiamo trovato un concentrato di scarico di responsabilità verso chiunque. Il sindaco, in 6 minuti di video, pur dichiarandosi contrario allo scaricabarile (cit.), è riuscito ad addossare la responsabilità della situazione in essere verso chiunque: le Istituzioni nazionali e regionali, ree di aver chiuso le scuole; i cittadini, rei di muoversi troppo liberamente sul territorio comunale; i genitori, rei di un presunto mancato controllo nei confronti dei propri figli».

E conclude:

«Un intervento speso ribadendo alcuni (pochi) concetti condivisibili, utilizzati per nascondere l’incoerenza di dirsi contrari alla chiusura degli istituti scolastici, salvo decidere arbitrariamente di chiudere gli spazi sportivi all’aperto. Per cercare di sfumare la mancanza di rispetto per gli appassionati e gli operatori sportivi a cui, solo sabato scorso, era stato dato il via libera per l’utilizzo degli spazi della Pista Mennea, nel rispetto delle norme anti contagio ed a cui, oggi per l’oggi, si notifica l’impossibilità di svolgere tale attività. In una situazione difficile, con i nostri territori che vedono un numero consistente di contagi, ci si aspetterebbe un diverso atteggiamento istituzionale, un maggior rispetto verso i cittadini e le attività in grave difficoltà e l’assunzione della responsabilità derivante dal ruolo che si ricopre presso la nostra Amministrazione cittadina»


Cerca nel giornale

NSC Pubblicità Borgaro

LIVOLSI GIF


 borgaro zampognari proloco

 

BANNER PRO LOCO BORGARO Natale 

 


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Life Mind Tavola disegno 1 2

 

 


VEDI E CLICCA SULL'IMMAGINE: CONAD via Rivarolo 49 - Mappano

conad mappano 2021

 

                

 

 

 

 

 

 

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Illustri Sconosciuti

Più letti

Martedì, 09 Luglio 2019
Borgaro, pista ciclabile da paura
Giovedì, 10 Ottobre 2019
Borgaro, un ricco autunno con la Roa
Venerdì, 25 Ottobre 2019
Borgaro, l'autunno della Roa
Giovedì, 26 Marzo 2020
Sei contagi a Casa Mia a Borgaro

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com