facebooktwitter

nonsolocontro2017

2510837 Visualizzazioni

strage Capaci

 

 Il ricordo della città a Falcone e gli agenti della scorta

Il 23 maggio è prevista una cerimonia al monumento del Prato della Fiera

Il 23 maggio 1992, sull'autostrada da punta Raisi a Palermo, all'altezza dello svincolo "Isola delle Femmine", moriva per mano di Cosa Nostra, Giovanni Falcone, il giudice simbolo della lotta alla mafia, con la moglie Francesca Morvillo, e i tre agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. 

A distanza di 27 anni da quel tragico evento in Italia si continua a combattere contro questo cancro , che come un'inguaribile malattia sembra non avere soluzione definitiva. Molto è cambiato: soprattutto la sensibilità dell'opinione pubblica e delle amministrazioni locali che non vogliono più ricordare solo il 23 maggio, ma che hanno costruito  percorsi di legalità che comprendono eventi e iniziative per tutto l'arco dell'anno. Perchè ricordare è un dovere di tutti i giorni, come pure lottare per la legalità.

Caselle lo sta facendo con convinzione e caparbia già da tempo e la serata in programma giovedì 23 maggio, alle 20,30 al Prato della Fiera, si inserisce proprio in questo importante e fondamentale percorso di consapevolezza ed impegno.

Lo stesso percorso che da tempo sta portando avanti l'Istituto Comprensivo con i ragazzi, non solo per dargli la possibilità di conoscere quegli eventi, ma anche perchè possano costruirsi una coscienza critica.

Il ritrovo è davanti a quel monumento, inaugurato nel 1993 e donato dalla Festa dell'Unità: una semplice costruzione in mattoni e una lapide a perenne memoria di chi per la legalità aveva donato la vita. Perchè potessimo vivere in un Paese migliore.

legalità5

A ricordare, giovedì, ci sarà Francesco Mongiovì, sovrintendente capo della Polizia di Stato, già membro della scorta di Falcone e della sezione Catturandi di Palermo (uno degli agenti che mise le manette a quel Giovanni Brusca, il boia di Capaci). Un gradito ritorno per la città che aveva già avuto modo di incontrarlo e conoscerlo a febbraio, quando con le sue parole aveva commosso e incitato all'impegno quotidiano per la legalità. 

Ci sarà anche la vice presidente del Senato, Anna Rossomando e il procuratore aggiunto del Tribunale di Torino Patrizia Caputo.

Seguiranno canti popolari di Calabria e Sicilia  a cura del duo Synantisi.

mafia 8

 


Cerca nel giornale

 panetteriapallaria

banner frassa settembrebuono

SPORT

Gli esperti

SCIENZA

Image Giovedì, 10 Ottobre 2019
L'impianto cocleare diventa prezioso

COLLEZIONISMO

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.