facebooktwitter

nonsolocontro2017

7708801 Visualizzazioni

cosplayer11

 

  Per la prima edizione di "Caselle Comics"

Venerdì scorso, organizzato da Yart nell'ambito del progetto "Giovani che si fanno in quattro"

Caselle ci ha provato. Diventare per una sera la città dei cosplay, dei game e del fumetto. Il risultato non è stato esaltante, ma per la prima volta avere una quindicina di cosplayer non è stato male. Abituarsi alle novità, effettivamente non è sempre facile e i cosplayer non sono persone semplicemnte con un costume addosso, ma veri e propri interpreti del loro personaggio. Il che significa che se il cospalyer è un Minion parlerà minionese e si comporterà com e un Minion. 

cospalyer1

Il termine cosplay significa “recitare con un costume", ossia travestirsi per interpretare un personaggio di fantasia. La parola fu utilizzata per la prima volta in Giappone a metà degli anni 70, quando un gruppo di giovani iniziò a mascherarsi da personaggi dei manga e a mostrarsi per le strade imitando i propri idoli. Un fenomeno  che in brevissimo tempo ebbe larghissima diffusione:  giovani e adulti di tutto il mondo hanno iniziato a mettersi “letteralmente” nei panni dei propri personaggi preferiti.

cosplayer7

Attualmente il fenomeno Cosplay ha un'importanza molto elevata, al punto tale che ogni anno nelle maggiori città (Torino compresa e da ora anche Caselle) vengono organizzati  eventi di respiro internazionale. Manifestazioni in cui è possibile realizzare il proprio sogno: interpretare i personaggio dei sogni e perfino incontrare  i propri eroi preferiti, ma anche personaggi di film, libri, fumetti, serie TV, videogames.

cosplayer5

Liniziativa di Caselle, che non aveva certo la pretesa, di arrivare ai livelli di Lucca, Roma e Torino, ha comunque creato grande curiosità e il pubblico non è mancato al Cospalyer Contest, ai tavoli da gioco e agli stand allestiti nel cortile di Palazzo Mosca. Presente anche l'associazione Aegis che da due anni a questa parte regala alla città una mostra sul fumetto e interessanti conferenze.

cospalyer2

La manifestazione è stata organizzata da Yart  nell'ambito del progetto "Giovani che si fanno in quattro", promossa dalla Cooperativa Sociale Crisalide di Balangero, Comuni di Caselle, Ciriè, Germagnano, Cooperativa Sociale ORSO di Torino, Cooperativa sociale Frassati di Torino, Unione Montana dei Comuni delle Valli di Lanzo Ceronda e Casternone, Unione Montana Alpi Graie, CIS, Consorzio Intercomunale Servizi Socio-Assistenziali di Ciriè, Banco delle Opere di Carità di Caselle, Associazione Sportiva "Rider"s Academy Skateboard School e con il sostegno della Compagnia di San Paolo, nell'ambito del "Bando Giovani".

">


Cerca nel giornale

PER SAPERNE DI PIU' SUI SERVIZI CLICCA SUL BANNER

lifeMind cartolina mappano


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Mappano traslochi

 


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Senza titolo1 1


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Doc phone pubjpg


 

Rinolfi 2020

 


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

      

 

 

 

 

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Illustri Sconosciuti

Più letti

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com