facebooktwitter

nonsolocontro2017

7343886 Visualizzazioni

caselle com

Ritirati ieri, 30 settembre,  i permessi a costruire

Depositati in Comune 50 milioni di polizze fideiussorie e il primo milione e mezzo di oneri

Chiara Mingrone

Dopo 17 anni di attesa il 30 settembre, Satac partecipata al 100% da  Aedes SIIQ ha ritirato presso il comune di Caselle i permessi di costruzione per il progetto di sviluppo del COM - Caselle Open Mall, destinato a diventare il secondo più grande centro commerciale d’Italia, dopo quello di Settimo Torinese.

Con il ritiro delle concessioni l’intero iter dell’opera passa nelle mani di Aedes che ha depositato presso il Comune ben 50 milioni di euro delle polizie fideiussorie - emesse da un pool di istituti assicurativi italiani ed esteri di primario ordine - oltre al primo milione e mezzo (cui se ne aggiungeranno altri 4,5) per oneri di urbanizzazione e costi di costruzione.

Come già annunciato in precedenza il COM vuole essere un nuovo esempio di  spazio commerciale in cui, in un’area complessiva di 114 metri quadrati, ubicati nell’area adiacente all’aeroporto “Sandro Pertini”, le classiche attività di commercio si conciliano con aeree dedicate alla ristorazione, all’intrattenimento e anche alla cultura, in aggiunta, saranno presenti spazi fisici per il ritiro dei prodotti acquistati online così da creare un sincretismo tra lo storico acquisto in struttura e il sempre più crescente e-commerce.

Due sono le parole cardine di questo progetto: l’innovazione ecosostenibile e l’autenticità.

com caselle1

Il COM, grazie alle normative regionali, sarà completamente ecosostensibile ponendosi in un’ottica green che ha alla sua base il rispetto del territorio - per esempio, sono state già selezionate le essenze che verranno piantate. Il progetto è infatti completamente realizzato in BIM,  secondo due distinti protocolli di certificazione ambientale, ITACA (Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale) e BREEAM (Building Research Establishment Environmental Assessment Method).

In più il design dell’opera si presenterà agli occhi del fruitore come una struttura aperta e flessibile che ricreerà un ambiente naturale, protetto da portici e coperture che renderanno gradevole l’esperienza visitatori che si troveranno immersi in un luogo dal design curato che prenderà ispirazione da alcune zone caratteristiche della vicina Torino,  riproponendo la copia di piazze e strade famose del capoluogo.

Al momento sono stati già  sottoscritti accordi per il 20% della superficie totale mentre un altro 50% è in corso di negoziazione.

Tangibile è l’entusiasmo da parte dei dirigenti di Aedes che, grazie a questo progetto industriale nel quinquennio 2019-2024 potranno raggiungente un GAV di complessivo di oltre 1,2 miliardi euro. Esemplificative sono state le parole di Giuseppe Roveda, Amministratore Delegato di Aedes SIIQ, che ha così commentato:

"siamo molto soddisfatti di essere finalmente arrivati alla fine della fase amministrativa e contestualmente all’avvio delle attività propedeutiche alla fase realizzativa che ci permetterà di sviluppare il primo Open Mall in Italia con caratteristiche di innovazione, sostenibilità e tecnologia all’avanguardia. Inoltre, aver scommesso nel 2013/2014 in un cambio sostanziale del progetto durante l’iter amministrativo (dal tradizionale shopping center con un grande ipermercato al concept life style open mall) per recepire l’evoluzione dei nuovi trend di mercato che derivano dalle mutate esigenze e consuetudini dei consumatori, ha pagato e ci consente oggi di disporre di un prodotto innovativo in anticipo sulla concorrenza e affrontare serenamente un investimento strategico per il Gruppo che guarda un orizzonte temporale di lungo termine”.

com caselle2

Ormai si è arrivati ai nastro di partenza di questa lungo percorso. Ultimo tassello mancate per poter dare via all’opera sono i permessi riguardanti il pozzo della Montrucca - competenza della società SMAT - che toglierà il vincolo su un’area di circa 200 metri quadrati quando l’acquedotto di Malanghero sarà attivato a pieno regime.


Cerca nel giornale

 VEDI E CLICCA SUL BANNER

Doc phone pubjpg


 

Rinolfi 2020

 


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

      

 

 

 

 

SPORT

Gli esperti

Image Mercoledì, 24 Febbraio 2021
L'osso di pelle per cani: pericoloso e tossico

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com