facebooktwitter

nonsolocontro2017

8731944 Visualizzazioni

Anpi memoria4

 

Uno spettacolo per non dimenticare

Organizzato dall'ANPI Caselle-Mappano per il Giorno della Memoria

na.ber.

#restiamoumani

E' il messaggio unico e autentico dello splendido spettacolo andato in scena ieri sera, sul palco di Sala Cervi a Caselle. Un'appello all'impegno quotidiano di cittadini, lanciato con forza e veemenza dall'assessora alla cultura, Erica Santoro e anche e soprattutto dalla presidente dell'ANPI Caselle-Mappano, Giusy Chieregatti, l'associazione che ha organizzato la rappresentazione.

Anpi memoria9

Anpi memoria7

 

 

 

 

 

 

 

 

Giusy Chieregatti ha spiegato che l'ANPI nasce dall'antifascismo, come pure la nostra Costituzione. Che non è un partito politico, ma un movimento di persone che non teme la diversità, non ha paura di accogliere, che crede in una pacifica convivenza civile. Di persone che sanno scegliere tra il bene e il male.

Il male assoluto della Shoah è stato il tema di uno spettacolo capace di suscitare forte emozione tra il numeroso pubblico presente in sala, in un totale silenzio. Completamente assorbito dall'enormità di quella tragedia e quella mostruosità  che ha rappresentato una rottura antropologica nella storia dell'umanità.

Anpi memoria8

 

 

Anpi memoria6

 

 

 

 

 

 

 

In assoluto silenzio anche gli interpreti sul palco - ebrei, zingari, disabili, omosessuali, avversari politici (un plauso va all'ANPI che in questa rappresentazione ha saputo coinvolgere diverse associazioni e gruppi del territorio). Prigionieri senza voce. Carne da macello. Il ritmo è stato scandito dalle letture intense e toccanti, tratte da libri scritti da sopravissuti e non, e dalla musica.

Solo alla fine un unico prigioniero ha ricordato Treblinka la "fabbrica di produzione di massa di cadaveri" con le sue camere a gas che  costituisce  il segno ontologico del crimine stesso, perché ha significato il tentativo di far sparire dalla faccia della terra degli esseri umani come se fossero della spazzatura da smaltire o degli insetti nocivi da distruggere. Un atto di annientamento compiuto come disinfestazione chimica che non ebbe nulla di umano, neanche nel compimento dell’assassinio.

Anpi memoria5

"Nella Shoah, nelle camere a gas -analizza lo storico Georges Bensoussan - sono stati distrutti i corpi degli ebrei, ma è soprattutto il concetto stesso di dignità umana, di sacralità della vita, che è stato spazzato via col progetto di genocidio".

Il consolante "culto della memoria" che in questi giorni si sta moltiplicando ovunque, è sufficiente a metterci a riparo dal ripetersi di questi fatti? Basta a lavarci la coscienza?

Anpi memoria2

Forse come sostiene Bensoussan:

"non basta focalizzarsi sull'esito finale. E' necessario un più attento lavoro di scavo e di riflessione politica sulle radici e sul processo che ha reso Treblinka uno spazio criminale possibile nella storia dell’umanità. Sono radici occidentali, europee e anche cristiane e quindi che appartengono alla nostra identità di cittadini europei".

Anpi memoria3


Cerca nel giornale

Nonsolocontroxmille 1


 PER SAPERNE DI PIU' SUI SERVIZI CLICCA SUL BANNER

Life Mind NEW luglio2021


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Mappano traslochi

 


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Doc phone pubjpg


 

Rinolfi 2020

 


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

      

 

 

 

 

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com