facebooktwitter

nonsolocontro2017

7884042 Visualizzazioni

piscina caselle

 

 Dopo quasi 4 mesi di chiusura per il lockdown

Bardella: «un periodo davvero devastante per la nostra realtà, con danni enormi ancora da quantificare»

Ivan Cuconato

Finalmente ci siamo…

Il 15 giugno riapre la piscina comunale: un altro tassello verso la normalità.

Abbiamo parlato della situazione con il presidente dell’associazione Grace, Cesare Bardella, che ha in gestione, oramai da diversi anni, la struttura.

Bardella, anima della piscina, esordisce secco:

«purtroppo, è stato un periodo davvero devastante per la nostra realtà, con danni enormi ancora da quantificare esattamente: a fronte dei mancati incassi, le spese fisse da coprire sono rimaste quasi tutte. Finalmente il 15 giugno si riapre. Siamo pronti ed abbiamo seguito alla lettera tutte le regole sanitarie dandone comunicazione al Comune. A differenza di altre piscine non eravamo d’accordo a rilasciare voucher a fronte di corsi non terminati e lezioni non usufruite: ho preferito contattare personalmente uno per uno i nostri iscritti per concordare come far recuperare quanto non goduto. Ora, finalmente, si riparte: un fatto molto positivo per l’utenza e per noi, anche se avremo problemi di budget. Essendo una piscina al chiuso, d’estate abbiamo per forza meno afflusso, oltre ad avere meno incassi in partenza. Per fortuna non abbiamo almeno le spese di riscaldamento, ed abbiamo anche scelto di non aumentare i costi di un centesimo per i nostri iscritti».

NEWLOOK PISCINA CASELLE

Come si accederà alla piscina?

«Ci sarà il controllo della temperatura all’ingresso - risponde - superato quello, bisognerà compilare una autocertificazione sullo stato di salute da lasciare in segreteria. All’interno della struttura bisognerà sempre rispettare il distanziamento sociale, per questo abbiamo rimosso le panche e messo delle sedie distanziate per esempio, ed indossare la mascherina. Dispositivo che andrà rimosso solo a bordo vasca prima di entrare in acqua o sotto la doccia. Docce che funzioneranno una sì e una no per mantenere le distanze, come gli asciugacapelli. Tutti gli indumenti tolti di dosso andranno messi in sacchetti all’interno dell’armadietto: nulla andrà lasciato in giro o appeso. Dalle 16 alle 20, ossia la fascia di maggior afflusso, avremo degli addetti che aiuteranno nel rispetto di queste disposizioni stringenti, mentre la sanificazione avverrà regolarmente».

E conclude:

 

«non abbiamo ancora parlato con l’Amministrazione comunale sui danni subiti anche perché, ripeto, non li sappiamo ancora quantificare con precisione. Certo che se in autunno si dovesse chiudere ancora per un nuovo picco, sarebbe una catastrofe».     


Cerca nel giornale

PER SAPERNE DI PIU' SUI SERVIZI CLICCA SUL BANNER

lifeMind cartolina mappano


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Mappano traslochi

 


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Senza titolo1 1


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Doc phone pubjpg


 

Rinolfi 2020

 


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

      

 

 

 

 

Gli esperti

SCIENZA

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com