facebooktwitter

nonsolocontro2017

7329812 Visualizzazioni

Caselle cantieri viaGuibert

 Tra breve asfaltatura di via Guibert

Dal 25 gennaio controllo dei Carabinieri di tutta la videosorveglianza e intanto procedono anche i lavori in via Cravero

Cristina Battistella

In questo ultimo periodo, non si può non notare e non parlare dei vari cantieri che stanno occupando tutt’ora il centro di Caselle. Si può definire la cittadina “un cantiere a cielo aperto”.

In questi giorni, fortunatamente, è stato aperto il primo tratto di strada fino alla succursale del municipio di Via Carlo Cravero,tornata transitabile da piazza Boschiassi in su. Un progetto, la ripavimentazione di via Cravero più volte oggetto di polemiche da parte non solo delle Opposizioni, ma anche di molti cittadini per quella realizzazione a "schiena d'asino" della strada che in futuro, in caso di piogge persistenti potrebbe causare allagamenti alle attività che costeggiano la via. L'assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Isabella, ha sempre garantito che tutto si sta realizzando a regola d'arte. Sarà il tempo, soprattutto climatico, a dargli ragione, oppure no. 

Conclusa la pavimentazione in porfido, ideale proseguimento di via Torino, per via Cravero è già in progetto il rifacimento dei marciapiedi, ma le temperature troppo basse non consentono l’avanzamento dei lavori.

Iniziano anche i lavori di via Guibert, per l’asfaltatura della strada dopo la sostituzione della tubazione principale dell’acqua potabile (SMAT) che da settimane sta bloccando la viabilità in uscita dalla città, nell'ultimo tratto. 

Isabella si dichiara molto soddisfatto per i lavori in corso e comunica che l’’asfaltatura nel tratto dei lavori eseguiti da SMAT sarà totale per tutta la larghezza della strada e non solo per la parte oggetto dell'intervento: da piazza dell’Emigrante al  Prato Fiera.

Concluse anche le opere  di impiantistica di videosorveglianza nei locali della locale stazione dei Carabinieri, dove si andranno a collegare tutte le telecamere presenti sul territorio cittadino - circa un’ottantina -  cosicchè l’Arma possa avere un controllo immediato e totale di tutto il territorio. 

 

Entro fine gennaio sarà anche approvato il progetto "Stura" finanziato dalla Regione per 500mila euro, per la sicurezza della Borgata Francia.

«Dopo l'intervento fatto già dall'AIPO (l'ente che si occupa dei fiumi ndr) - spiega Isabella - con la progettazione effettuata da Caselle, di cui approveremo l'esecutivo a stretto giro e l'invio in Regione e all'AIPO per eventuali osservazioni, potremo procedere alla gara d'appalto».

Ci sono novità per il vecchio Baulino che come è ormai noto, dopo la riqualificazione ospiterà il Municipio?

«Abbiamo mandato tutta la documentazione alla Soprintendenza - risponde Isabella - siamo in attesa della risposta e del nulla osta. Questa è un'altra di quelle cose per cui già in primavera potrebbe esserci la gara d'appalto».


Cerca nel giornale

 VEDI E CLICCA SUL BANNER

Doc phone pubjpg


 

Rinolfi 2020

 


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

      

 

 

 

 

SPORT

Gli esperti

Image Mercoledì, 24 Febbraio 2021
L'osso di pelle per cani: pericoloso e tossico

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com