facebooktwitter

nonsolocontro2017

7670572 Visualizzazioni

camminata romantica

 «Rispettate tutte le misure di sicurezza»

 «Il Dpcm in vigore consente l'attività all'aperto» ma di certo non gli assembramenti»

na.ber.

Alle polemiche, innescate sui social e come scrive l'Amministrazione in un comunicato stampa, da "taluni organi di stampa" sulla camminata "Ama... i tuoi passi" del 14 febbraio, arriva oggi, a quasi 10 giorni di distanza, la risposta.

«Le attività motorie (quale era la camminata citata) sono consentite anche dall'ultimo DPCM del 14 gennaio (in vigore fino al prossimo 5 marzo) e sono importanti per la salute fisica e psicologica di ogni persona, specie in un periodo così particolare della nostra vita».

Verissimo. Peccato che il Dpcm dica testualmente: 

«Permane la possibilità di svolgere attività sportiva o attività motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per le persone minorenni o non completamente autosufficienti». 

Non ci risulta dica che si possono creare assembramenti o fare selfie con persone non conviventi senza il rispetto del metro di distanza, anche se con la mascherina, tra l'altro totalmente inifluenti a dimostrare la riuscita della manifestazione.

camminata3

«A differenza di quanto riportato da taluni, peraltro non presenti alla camminata - prosegue il comunicato stampa - e quindi impossibilitati oggettivamente ad  avere contezza delle modalità con cui si è svolta l'intera mattinata, come in qualsiasi altra occasione organizzata, direttamente o indirettamente, dall'Amministrazione Comunale, sono state rispettate tutte le precauzioni relative al contenimento della diffusione del contagio da Covid 19, come testimoniato dai partecipanti: dalla tracciabilità  di ogni partecipante che si è iscritto lasciando i propri dati anagrafici e riferimenti telefonici, al rilevamento della temperatura corporea nei momenti antecedenti l'apertura della camminata ( ricordiamo che la partenza era individuale, stabilita come da locandina tra le dieci e le dieci e trenta), dalla messa a disposizione di gel igienizzante, al rispetto dei distanziamenti sia prima sia durante la camminata».

Controbattiamo anche a questo, visto che non abbiamo l'abitudine di nasconderci dietro un dito.

La tracciabilità dei partecipanti va bene per carità, ma noi tutti abbiamo imparato in questo ultimo anno che gli asintomatici non presentano, appunto sintomi e neppure febbre, ma questo non significa assolutamente che non siano contagiosi. Solo un tampone potrebbe dimostrarlo e a quanto pare non solo stati fatti tamponi, neppure rapidi alla manifestazione in questione. E su un numero così elevato di partecipanti, statisticamente - e questo lo dicono gli esperti e non "taluni" - avrebbe anche potuto esserci. 

«I partecipanti hanno utilizzato i dispositivi di protezione delle vie respiratorie - prosegue la nota - non limitandone l'uso ai soli momenti nei quali non era garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi.( Art. 1 comma 9 d del dpcm del 14/01/2021)».

Perfetto: peccato che dall'abbondante numero di foto postate sui social, non è proprio quello che risulta. Inoltre ricordiamo che i bambini sono il maggior veicolo di contagio in questa seconda/terza ondata che si sta prospettando.

camminata

«Amareggia leggere che, l'attività motoria organizzata per il beneficio fisico e psicologico della popolazione  - conclude il comunicato - sia stata volutamente strumentalizzata, per di più senza dare  voce all'ente ed a chi vi ha partecipato. A chi vuole accusare l'Amministrazione Comunale di non essere stata attenta alla gestione della pandemia e al benessere dei propri cittadini, giova ricordare che proprio l'Amministrazione casellese ha intrapreso ogni misura volta a contenere il contagio, mettendo in essere iniziative che hanno saputo anticipare i provvedimenti governativi, fin dai primi giorni dell'emergenza sanitaria».

E ci  mancherebbe ancora...Mettere in atto tutte le misure non era un'opzional, ma un dovere previsto dai diversi Dpcm che si sono susseguiti in questo anno. "Taluni" non hanno scritto che non sia giusto e doverso fare attività fisica, ma semplicemente che forse era più opportuno evitare assembramenti, ricordando che il virus non è sconfitto e che ci sono tante attività e persone che si stanno dibattendo tra mille difficoltà e stanno facendo enormi sacrifici per non affondare. Avremmo preferito scrivere di qualche bella iniziativa di aiuto a favore della gente in difficoltà, come è accaduto per molti Comuni limitrofi. E non stiamo parlando dei pacchi spesa acquistati con i soldi del Governo...

Negli errori che stiamo ancora facendo il noto virologo americano Julian Tang - non "Taluni"- in un'intervista a The Guardian afferma:

«Siamo soliti sottovalutare il virus e ritenere che ogni attività all’aria aperta sia sicura. Un comportamento sbagliatissimo. Il virus si trasmette certamente con più facilità in spazi chiusi, ma non necessariamente. Il virus non ha odore: potresti inalarlo senza neanche rendertene conto. Per questo è importante mantenere alta l’attenzione nelle strade, specialmente in quelle con molte persone».

6b785c83 f9bb 4503 9ae7 4c2fa2a52443

E poi un consiglio: l'Amministrazione faccia pace con il cervello visto che la Protezione Civile di Caselle quasi quotidianamente invita alla prudenza


Cerca nel giornale

PER SAPERNE DI PIU' SUI SERVIZI CLICCA SUL BANNER

lifeMind cartolina mappano


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Mappano traslochi

 


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Senza titolo1 1


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Doc phone pubjpg


 

Rinolfi 2020

 


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

      

 

 

 

 

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com