facebooktwitter

nonsolocontro2017

1642533 Visualizzazioni

Lino Vaschetto e Simona Divizia

Con lo spettacolo "Shalom Aleikhem!" di it.Art

Scritto e diretto da Fabrizio Frassa ha emozionato, coinvolto e commosso il numeroso pubblico presente

Sipario aperto. Il palco della sala “Fratelli Cervi” è illuminato dalla fioca luce di un candelabro avvolto nel filo spinato in richiamo alla storia che sta per essere portata in scena. È questa la prima immagine di “Shalom Aleikhem!”, la pluripremiata rappresentazione teatrale scritta e diretta da Fabrizio Frassa per l’Associazione it.ART. Il progetto, nato per rendere nota una vicenda realmente accaduta nel nostro Paese, riporta in vita Giuseppe Jona, presidente della comunità israelitica di Venezia rimasto in carica fino al settembre 1943. 

Soggetto all’odio razziale dei nazifascisti, Jona ha preferito togliersi la vita nella speranza di salvare quella di 1487 suoi correligionari presenti nella città. La rappresentazione ricostruisce l’ultimo giorno di vita di Jona attraverso l’intersecarsi delle parole di Giuseppe e della sorella Amalia facendo rivivere i terribili tormenti che lo hanno condotto a compiere il coraggioso gesto di immolarsi a martire.

Il testo proposto da Frassa colpisce per la minuziosità dei dettagli e la poetica delle parole egregiamente interpretate dai soli due attori in scena, Livio Vaschetto e Simona Devizia. Ciò che davvero travolge lo spettatore è la forte carica emozionale che emerge dalla lettura interpretativa in un crescendo continuo da cui emergono tutto il dolore, la paura per il domani, l’estenuazione di chi ha subito le ingiustizie dell’odio razziale con un’impressionante carica empatica.

Promotori di tale rappresentazione sono la Biblioteca Civica  e l’assessorato alle Politiche Educative, Culturali e Giovanili della città in collaborazione, per la creazione di una serie di eventi volti al ricordo degli eccidi compiuti durante la seconda Guerra Mondiale. La scelta compiuta dagli organizzatori di queste preziose giornate, di portare in scena proprio nella Giornata della Memoria la rappresentazione “Shalom Aleikhem!” è stata senz’altro molto ragionata ed ha avuto un buon impatto sul pubblico – che al termine ha applaudito per svariati minuti alla bravura degli attori e al testo di Frassa.

D’ispirazione le parole pronunciate dal sindaco, Luca Baracco, sull’importanza della Giornata della Memoria che non deve essere di semplice ricordo, quanto più una riflessione su ciò che è accaduto in passato e quanto accada ancora oggi intorno a noi. Sentite e ispirate sono state anche le parole di Erica Santoro, assessora alla Cultura : «Fare memoria è affondare le radici nella storia» dichiara con fermezza invitando a studiare non solo per prendere dei buoni voti, ma per capire gli errori del passato e non commetterli una seconda volta. Dobbiamo essere scossi nelle coscienze. Esiste una sola razza, ed è quella umana.»

Le giornate per ricordare i tragici eventi della Shoah ancora non sono terminate: è previsto l’incontro “Yad Vashem e il tribunale dei giusti” con Davide Aimonetto in data 8 febbraio 2019.

Per ricevere maggiori informazioni rivolgersi alla Biblioteca Civica di Caselle Torinese.

 

">http://web-dorado.com}


Cerca nel giornale

pubblicita

frassa Caselle su uno

pubblicita

SPORT

Gli esperti

Image Venerdì, 24 Maggio 2019
Gli animali sognano?

COLLEZIONISMO

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la pubblicità: 370 719 0840 Lucia Trevisan

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.