facebooktwitter

nonsolocontro2017

8731253 Visualizzazioni

Strage di capaci

 

Dalle 10,30 di oggi, su "Caselle a Casa Mia"

In occasione dell’anniversario di uno dei fatti di cronaca nera più scioccanti d’Italia, "Percorso della legalità da nord a sud", in diretta facebook

Ilaria Cavallo

Il 23 maggio è un anniversario amaro per l’Italia intera, poiché ciò che si vuole ricordare, si deve ricordare, sono i terribili fatti accaduti a Capaci il 23 maggio 1992 quando lungo l’autostrada A29 un ordigno ben piazzato ha spezzato la vita di uno dei forse più famosi magistrati antimafia, Giovanni Falcone, e con la sua quella della moglie Francesca Morvillo, magistrata anche lei, e degli agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani.

Si è trattato di un’esecuzione in piena regola organizzata da Cosa Nostra e di un messaggio lampante per tutti coloro che da troppi anni combattono con tenacia per distruggere le organizzazioni mafiose, la vera piaga del nostro Paese.

In quel famigerato giorno ci hanno lasciato persone innocenti freddate perché guidati da un giusto ideale e dalla speranza, e c’è da scommetterci che le mafie locali avranno gioito del successo dell’operazione, ma ciò che non si può soffocare è l’idea, quella stessa idea che guidava il magistrato Falcone, la moglie e tutti coloro che erano con loro e che ancora oggi continua a guidare chi con ogni mezzo porta avanti quella battaglia.

mafia 8

"Percorso della legalità da nord a sud"

Nessuno dimentica la strage di Capaci, neanche il Comune di Caselle che nonostante la distanza in fatto di anni e chilometri da qualche anno è impegnato nel mantenere vivo il ricordo nei suoi cittadini tramite il “Percorso della legalità” da nord a sud, un evento fortemente voluto dalla giunta comunale e in particolare dall’assessora alle Pari Opportunità Angela Grimaldi.

«Abbiamo voluto ancora una volta ripercorrere il ponte già costruito tra Caselle Torinese e Palermo – spiega Grimaldi -. Nel nostro nuovo viaggio si sono aggiunte nuove tappe e nuovi amici: quest’anno, partiremo da Caselle in compagnia di Massimo Sole (fratello di Giammatteo Sole, vittima innocente della mafia) e, in collegamento online, la presidentessa della Commissione Pari Opportunità, Loredana Bagnato. Viaggeremo verso Firenze dove Salvatore Calleri, presidente della Fondazione Antonino Caponnetto ci proporrà alcune riflessioni sull'ergastolo ostativo e gli sviluppi emersi in quest'ultimo periodo sulla tematica del carcere duro; proseguiremo nel nostro viaggio verso Foligno dove ad aspettarci troveremo Pippo Di Vita del C.E.L.M. (Comitato Europeo per la Legalità e la Memoria) con cui guideremo verso Palermo. Qui incontreremo Padre Vitangelo Denora s.j. Direttore Generale dell'Istituto Gonzaga e i suoi giovani, saluteremo Rosaria Melilli e Davide Minio, rispettivamente coordinatrice e componente del gruppo Agende Rosse Paolo Borsellino di Palermo, ci accoglieranno in via D'Amelio con la Scorta per la memoria, presso l'albero piantumato in occasione della strage in cui perse la vita il giudice Paolo Borsellino e i suoi angeli della scorta: Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi e Claudio Traina».

mafia 9

L’evento verrà tramesso in diretta Facebook sulla pagina “Caselle a casa Mia”

Dalle 10,30 di oggi domenica 23 maggio la diretta live con possibilità  per gli spettatori di intervenire per porre quesiti e interloquire con le persone presenti al webinar.

Particolare attenzione anche al ricordo del giovanissimo Claudio Domino stroncato a soli 11 anni per implicazioni mafiose. Al piccolo Claudio è stata dedicata una targa presente nel Prato Fiera di Caselle.


Cerca nel giornale

Nonsolocontroxmille 1


 PER SAPERNE DI PIU' SUI SERVIZI CLICCA SUL BANNER

Life Mind NEW luglio2021


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Mappano traslochi

 


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Doc phone pubjpg


 

Rinolfi 2020

 


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

      

 

 

 

 

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com