facebooktwitter

nonsolocontro2017

9886239 Visualizzazioni

 

pullman sadem pieno

 Ecco la situazione che si verifica ogni giorno (Foto di Fabio Farag)

 Il Pd di Borgaro e Caselle chiede soluzioni

«Lanceremo una petizione online tra i cittadini. E' giusto che chi paga l'abbonamento abbia un servizio adeguato»

Chiara Mingone

Dopo i disagi degli ultimi giorni subiti dagli utenti della linea bus Sadem-Arriva per l'aeroporto, il Partito Democratico di Caselle e Borgaro ha deciso di prendere una posizione netta in merito e chiedere un tavolo di confronto per risolvere il problema.

Come è ormai noto la linea bus Sadem-Arriva è rimasto l’unico mezzo per raggiungere Torino in modo alternativo all’automobile ma, complice la diminuzione delle corse, tanti lavoratori e studenti stanno rimanendo a piedi, impossibilitati a raggiungere i loro posti di lavoro o la scuola.

L’osservatorio sulla ferrovia Torino-Ceres a proposito dichiara:

«Con la ferrovia interrotta a Borgaro il servizio navetta è spesso in ritardo o sovraffollato, con un’enorme dilatazione dei tempi per percorrere i pochi chilometri fino al centro città. Chi non si arrende all’auto privata e voglia affidarsi al servizio bus, deve affrontare un’offerta GTT-Arriva che è ancora del tutto insufficiente: ogni giorno tantissimi pendolari restano a piedi perché i (pochi) bus sono già pieni al massimo. Gli stessi problemi si presentano al pomeriggio per chi da corso Bolzano voglia tornare a Borgaro o Caselle, o magari anche più in su».

Ogni giorno a causa delle "politiche a risparmio” l’azienda non fornisce il servizio necessario costringendo i pendolari a trovare soluzioni alternative che, per chi può, corrispondono all’utilizzo dell’automobile.

Per questo i due Circoli Dem chiedono risposte immediate alla Regione e a Sadem-Arriva per risolvere l’incombete problema di questa tratta e, in più, si appelliano al neo-sindaco Stefano Lo Russo perché tra le sue prime azioni ci sia un tavolo di confronto e di azione con i comuni dei territori metropolitani sul tema dei trasporti.

La riapertura della Torino-Ceres, finalmente collegata al passante, è prevista solo per l'inizio del 2023 (se tutto va bene), e i comuni di Torino nord non possono più aspettare così a lungo. Per questo, comunicano:

«Lanceremo una petizione online tra i cittadini per sollevare il problema sui disservizi della tratta Torino-Cirié-Valli».

All’appello si unisce anche la dichiarazione dei Giovani Democratici di Caselle sconcertati dal disservizio:

«Anche noi Giovani Democratici ci uniamo alla dichiarazione dei circoli PD di Borgaro e Caselle. I disservizi che la Sadem-Arriva arreca ai cittadini - soprattutto quelli più giovani - è incolmabile. La linea Sadem è nata per collegare l’aeroporto con il centro città, ma questo non esula l’azienda dal dare un servizio adeguato anche agli abbonati che non hanno certo meno diritti di chi arriva alla fermata in aero».

 


Cerca nel giornale

NSC Pubblicità Caselle

  banner prestige Natale 2021

 


Gif tabaccheria 1

 


PER SAPERNE DI PIU' SUI SERVIZI CLICCA SUL BANNER

Life Mind Tavola disegno 1 2


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Mappano traslochi

 


VEDI E CLICCA SUL BANNER

Doc phone pubjpg


 

Rinolfi 2020

 

      

 

 

 

 

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com