facebooktwitter

nonsolocontro2017

9886038 Visualizzazioni

LEINI CRI COPERTINA

 Il sindaco Pittalis, il presidente Cri Francesco Squillace e gli esponenti della Polizia locale

 Piazza 1° Maggio ha ospitato mezzi, volontari ed esercitazioni 

 Pittalis «La Croce Rossa ha svolto un ruolo centrale nei giorni della pandemia»

Davide Aimonetto

Il cielo plumbeo non ha impedito, domenica scorsa, le celebrazioni per il 40° anniversario di fondazione della Croce Rossa di Leinì. Una grande festa, che ha visto coinvolte un centinaio di persone, ha caratterizzato l’intera giornata, ma non sono mancanti i momenti di riflessioni per l’importanza che riveste in tutto il Paese, questo sodalizio, che oggi vanta, solo a Leinì, ben 260 volontari.

Una festa però, come ha giustamente osservato il presidente della Cri leinicese Francesco Squillace, non riguarda solo questo prestigioso sodalizio, ma che è dedicata a:

«Tutti gli abitanti del paese e dell’intero territorio leinicese, ed io ho la fortuna di poter presentare l’associazione proprio in questo momento storico, dove Croce Rossa ha un importante e arduo compito: quello di aiutare e sostenere tutte quelle fasce vulnerabili che, oggi più che mai sono in crescendo».

Una Croce Rossa in piazza dunque, con la gente e per la gente. E piazza 1° maggio si è dimostrata la cornice ideale per ospitare mezzi, stand, esercitazioni, il tutto seguito con grande interesse e partecipazione dai cittadini, che hanno avuto modo di conoscere direttamente sul campo, le molteplici iniziative ed attività di soccorso e non solo, promosse dalla Croce Rossa, in tutti gli aspetti della vita sociale.

Dalle unità cinofile alla protezione civile, passando dalla donazione di sangue, con una autoemoteca presente sul posto, ad una mostra storica dedicata ai mezzi in dotazione alla Croce Rossa, partendo dalla prima guerra mondiale ai giorni nostri.

Fino alle esercitazioni di salvataggio su corda: volontari altamente addestrati che, muniti di cave e corde, in cima ad una piattaforma, hanno svolto alcune esercitazioni lasciando tutti a bocca aperta, per capacità e padronanza sia nella discesa e che nella salita. E poi ancora: una simulazione di pronto intervento in caso di incidente automobilistico, dimostrazione di tecniche di salvavita, momenti di approfondimento dedicati alle varie aree di intervento in cui opera la Croce Rossa con i suoi mezzi, i suoi uomini e le sue donne.

Tanti i volontari in piazza, accanto a rappresentanti del corpo militare della Croce Rossa e delle infermiere volontarie, che operano come ausiliarie nell’Esercito.

Uno dei momenti clou della giornata, che ha preceduto la consegna delle benemerenze ai volontari che da più tempo fanno parte del sodalizio leinicese, accanto a tutti coloro che in modi diversi, durante i momenti difficili della pandemia, hanno sostenuto la Croce Rossa, è stato quello della presentazione al pubblico del mezzo definito “Ambulagioia”, un mezzo a tutti gli effetti destinato al primo soccorso, ed equipaggiato come tale, ma rivolto in particolare ai bambini, ed in generale ai più piccoli, studiato appositamente per non generare ulteriori traumi, in chi si trova già in difficoltà per problemi di salute.

Presente alla manifestazione il sindaco Renato Pittalis, che non ha mancato si sottolineare il suo plauso nei confronti della Croce Rossa, in particolare:

«Nei momenti più difficili e problematici legati alla pandemia da Covid 19, i volontari e le volontarie del Comitato della Croce Rossa di Leinì, con il loro impegno quotidiano hanno fatto la differenza, mantenendo costantemente il rapporto con la comunità, sostenendola e offrendo collaborazione all’amministrazione. Una grazie è poco. Avete fatto molto e continuate a farlo, anche nella fase della campagna di vaccinazione. L’amministrazione che io guido, accanto a tutta la popolazione di Leinì, non può che nutrire forti sentimenti di stima ed apprezzamento nei confronti del vostro prezioso operato».

Per i 35 anni di anzianità effettuati in servizio presso la Croce Rossa di Leini, la pergamena ricordo è andata a:

Brunetta Giacomo, Vincenzo Garufi, Giuseppina Girivetto, Oliva Massimo e Tommaso Volpiano; per i 25 anni a: Bruno Acquafondata, Sergio Bagnus, Bruno Borello, Clotilde Caliandro, Pierangelo Farina, Stefano Manca, Raffaele Marchisella, Giuseppe Mazza, Alina Mazzucco, Silvia Panzini, Roberto Rigano, Anna Maria Robino, Pancrazio Giorgio Savorè, Annita Tottoli; per i 15 anni a: Vittorio Barbero, Giuseppe Bedini, Sergio Bolognini, Pietrina Bussu, Gino Campanini, Pamela Chiantello, Franco Chimera, Carla Crini, Sebastiano Di Natale, Davide Fresolone, Marco Gavazzi, Michele Griglione, Ilaria Maglie, Arianna Marcatto, Angelo Giacomo Reano, Ricca Lorenzo, Walter Schiavone, Leonardo Sciarrone, Francesco Paolo Squillace, Giancarlo Vittone.

Uomini e donne che hanno contributo a fare la storia del comitato leinicese.

Soddisfatto per l’esito della manifestazione il presidente Francesco Squillace che, accanto alla volontaria Flavia Sandrone, che ha coordinato in modo impareggiabile, ha voluto concludere la giornata del quarantesimo con questa riflessione:

«Quarant’anni sono un bel traguardo, accompagnati da 1000 pensieri e 1000 ricordi di volontari e attività. C’è chi questi quarant’anni li ha vissuti tutti, chi ne ha fatto parte per poco, ma tutti hanno dato un valido e importante aiuto. Questa giornata di domenica è stata importante per tutti – ha sottolineato il presidente - importante perché segna un cambiamento, il cambiamento di un’associazione che ha voglia di fare molto di più per il suo territorio, il cambiamento in volontari che danno tutto quello che possono. I miei ringraziamenti – ha poi concluso Squillace - vanno all’amministrazione comunale che ci ha permesso di portare in piazza il nostro mondo e poterlo far diventare di tutti, a tutti i comitati e le unità Cri che hanno partecipato e hanno portato la loro rappresentanza, alla Protezione Civile di Leini, ed a tutti i miei volontari che si sono impegnati per fare in modo che questa festa avesse il giusto risalto, a tutti i delegati che si sono occupati di gestire gli stand ed a tutto il mio Consiglio, che ha avuto un ruolo chiave in tutto. Un ringraziamento particolare va al mio vice, Giuseppe Mazza, che ha coordinato l’evento prima, durante e dopo: senza di lui probabilmente qualcosa sarebbe andato storto».

« 1 of 2 »
">

Festival Settimo nonsolocontro 681x316


Cerca nel giornale

NSC Pubblicità Leini

 Gif tabaccheria 1


PER SAPERNE DI PIU' SUI SERVIZI CLICCA SUL BANNER

Life Mind Tavola disegno 1 2


VEDI E CLICCA SUL BANNER 

Mappano traslochi


VEDI E CLICCA SULL'IMMAGINE: CONAD via Rivarolo 49 - Mappano

conad mappano 2021

 


  Vedi e clicca sull'immagine

 banner farmacia

 

    

 

    

 

 

 

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com