facebooktwitter

nonsolocontro2017

3487182 Visualizzazioni

Shoah

 

Gli appuntamenti proseguiranno fino a marzo

Conferenze, letture, spettacoli e molto altro perché non “vinca” il silenzio

Federica Carla Crovella

Era il 27 gennaio del 1945 quando i cancelli del campo di concentramento di Aushwitz venivano abbattuti e chi ancora tra i prigionieri era tra la vita e la morte veniva liberato. Ogni anno in occasione della Giornata della Memoria si ricorda questa agghiacciante pagina della nostra storia, e non solo per non dimenticare, ma anche per trasmettere alle generazioni future la consapevolezza di quanto è successo e far sì che atroci crudeltà come questa non si ripetano.

Come ogni anno a Torino le iniziative sono tantissime e coinvolgono istituzioni, enti pubblici, persone che rivestono tanti ruoli diversi; alcuni appuntamenti dei giorni scorsi hanno già anticipato la ricorrenza del 27 gennaio, ad esempio lo scorso martedì 14  con Pietre d’Inciampo Torino, che come ogni anno ha visto l’installazione di nuove pietre dedicate a persone deportate dalla nostra città.

pietre inciampo

Oggi,  martedì 21 gennaio, al Polo del ‘900 (via del Carmine 14) lo storico Walter Barberis presenterà il suo libro “Storia senza perdono”, (Einaudi, 2019). Con l’autore discuterà Alberto Cavaglion, studioso dell'ebraismo italiano, sull’importanza di consultare gli strumenti giusti per ricordare la Shoah, soprattutto oggi che l’era del testimone sta tramontando. Per questa occasione saranno tante le proposte del Polo del ‘900, così come quelle dell’Istituto storico della Resistenza in Piemonte (via del Carmine 13). Al seguente link è possibile trovare indicazioni più dettagliate www.istoreto.it/approfondimenti/giornomemoria/

Mercoledì 22 dalle 17 alle 19 al Circolo Didattico Toscanini in via Tofane 28 si terrà la mostra sulle pietre di inciampo dal titolo “Io non dimentico: la scuola è memoria”. I visitatori ripercorreranno il sentiero della memoria, tramite la riproduzione di alcune pietre di inciampo elaborate dagli alunni. L’ingresso alla mostra è libero con prenotazione obbligatoria. Per informazioni contattare lo 011 01166200 (professoressa Claudia Trafficante).

Una delle proposte di giovedì 23 gennaio è in programma a teatro come linguaggio artistico capace di accompagnare il pubblico dentro la tragedia dello sterminio. Al Teatro San Giuseppe (via Doria 18) sarà possibile assistere allo spettacolo teatrale “La marcia della morte. La banalità del male nelle circolari scolastiche fasciste del 1938”, regia di Enzo Pesante. Interverranno lo storico David Sorani, già Consigliere alla Cultura della Comunità ebraica di Torino e il testimone Aldo Liscia. Il lavoro nasce da circolari del 1938/39 che imponevano l’obbligo del saluto romano o l’espulsione di studenti e insegnanti ebrei. L’ingresso è su prenotazione fino ad esaurimento posti. Per prenotazione e informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Nella stessa giornata dalle 17 alle 19 al Polo del ‘900 Bruno Maida presenterà la nuova edizione del suo libro “La Shoah dei bambini. La persecuzione dell’infanzia ebraica in Italia 1938-1945” (Einaudi, 2019), che osserva attraverso gli occhi di un bambino le vicende della persecuzione antiebraica. Ne discuteranno con l’autore, Barbara Berruti, vicedirettrice dell’ISTORETO, Federica Tabbò, responsabile dei Servizi educativi del Museo diffuso della Resistenza, e Carlo Greppi, storico e scrittore.  Ingresso libero fino a esaurimento posti. Ancora, dalle 20.45 alla Cascina Roccafranca (via Rubino 45) sarà inaugurata la mostra fotografica di Renzo Carboni “Origine, sviluppo e trasformazione dei campi di concentramento nazisti, 1933-1945. Parlano i testimoni”. Per informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giorno della Memoria

Ancora al Polo del ‘900, dalle 15 di venerdì 24 è in programma l’incontro Il digitale e la memoria Presentazione di due percorsi digitali per il Giorno della Memoria; saranno presentati due percorsi digitali realizzati per questa ricorrenza. I cittadini e le scuole potranno usufruire dell’iniziativa nell’ambito del portale 9centRo del Polo del ‘900, a cura di ILSREC che costruirà una narrazione intorno alla “valigia di Dora” Salmoni deportata e uccisa a Auschwitz, e di ISTORETO sulla vicenda delle sorelle Camilla e Sandra Pallavicino, partigiane e deportate a Ravensbrück. Sarà presentata anche la testimonianza di Gilberto Salmoni, deportato nel campo di Buchenwald dopo la morte dei genitori e della sorella Dora ad Auschwitz. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Per ulteriori dettagli è possibile contattare lo 011 0883203 o scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

La lettura e la musica saranno gli strumenti attraverso cui il Conservatorio “Giuseppe Verdi” ricorderà la Shoah; l’appuntamento sarà alle 21 di sabato 25 gennaio (Salone Concerti – piazza Bodoni 6). “Primo Levi e Elie Wiesel. Un contrappunto a due voci: musica dall’abisso” è il titolo del progetto curato da Erik Battaglia e Claudio Voghera, in cui si alternerà la lettura di estratti da La notte di Elie Wiesel e Se questo è un uomo di Primo Levi, due testimoni della Shoah; più emozionale il primo più razionale il secondo. I brani saranno letti dall’attrice Olivia Manescalchi e in sottofondo si eseguiranno brani musicali collegati direttamente o per suggestione ai brani letti. Ingresso libero fino a esaurimento posti ( apertura sala ore 20.30) Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  http://www.conservatoriotorino.gov.it

shoah11

Alle 21 di domenica 26 gennaio si torna alla Cascina Roccafranca per la proiezione del film “L’uomo del banco dei pegni”, che racconta di Sol Nazerman, insegnante ebreo sopravvissuto ai campi di sterminio. Emigrato negli USA, gestisce ad Harlem un banco di pegni frequentato da poveracci e malviventi. L’orrore del passato lo ha portato ad indurirsi ed a non cedere più ai sentimenti…. ma gli eventi finiranno per cambiare la sua prospettiva. Per informazioni: Silvana Patruno – Cell. 3393000340 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sono tante le iniziative in programma per lunedì 27 gennaio, Giornata della Memoria. Alle 9.30 al Cimitero Monumentale (piazzale Tancredi Falletti di Barolo 135), ci sarà la Commemorazione ufficiale e omaggio alle lapidi dei Caduti; alle 11.30 in Sala Rossa di Palazzo Civico, si terrà la Celebrazione ufficiale del Giorno della Memoria, alla presenza della Sindaca, del Presidente del Consiglio Comunale e delle autorità. Le iniziative proseguiranno fino a sera, quando alle 20 partirà la consueta fiaccolata “Testimoniare insieme la compassione verso gli altri e con gli altri”. Come ogni anno il ritrovo è il Binario 17 della Stazione di Porta Nuova, in corrispondenza della lapide dell’ANED; da qui partì il calvario dei deportati ebrei, italiani e stranieri che uscirono dal carcere Le Nuove (corso Vittorio Emanuele II 127), per essere condotti nei vari lager nazisti.

porta nuova binario17

Martedì 28 gennaio alle 16,30 nel salone "Pia Lai" della CGIL (via Pedrotti 5) "Non deve succedere ancora", incontro con Oleg Mandic, ex deportato ad Auschwitz.

Nei giorni a seguire e non soltanto, Torino continuerà a tenere vivo il ricordo della Shoah con tante altre iniziative, pensate per gli adulti e per i più piccoli, senza dimenticare anche la finalità didattica di questi appuntamenti. Durante tutto il mese di febbraio e fino agli inizi di marzo la città continuerà a proporre conferenze, spettacoli, dibattiti, letture sul tema e, così facendo, non ridurrà questa pagina della nostra storia a un appuntamento “obbligato” e sbrigativo, che si concentra in pochi giorni. Non sarebbe possibile menzionare in poche pagine tutto ciò che il capoluogo Piemontese ha segnato in agenda per commemorare la Shoah, ma anche questo è un segnale positivo, perché indica che l’attenzione rivolta a questo tema e la sensibilità che suscita sono sempre maggiori.

Un programma dettagliato degli appuntamenti è reperibile sul sito del Comune di Torino scaricando il seguente link: www.comune.torino.it/nh/pdf/OpuscoloGiornoMemoria2020.pdf


Cerca nel giornale

Vedi e clicca qui:  FACEBOOK

banner perrone last ok 

inserzione1

                                                                                                       

SPORT

Image Giovedì, 06 Febbraio 2020
Torneo Regionale della LudoSport Piemonte

Gli esperti

Image Mercoledì, 05 Febbraio 2020
Gli animali da appartamento

SCIENZA

Image Domenica, 23 Febbraio 2020
Droni contro il contagio a Wuhan

COLLEZIONISMO

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.