facebooktwitter

nonsolocontro2017

5174581 Visualizzazioni

protesta torino

 

Sedici sezioni in 15 plessi

Il criterio? 10 posti vuoti e un'altra scuola nel raggio di un chilometro

Ilaria Cavallo

Manifestazione di protesta oggi davanti a Palazzo Civico per l'ulteriore taglio di 16 sezioni in 15 scuole dell'infanzia voluto dall'Amministrazione subalpina.

Una decisone assunta a dicembre quando è stato approvato un nuovo criterio per stabilire il taglio: non solo avere almeno 10 posti vuoti, ma anche trovarsi nel raggio di un chilometro da altre strutture a corto di iscrizioni.

protesta torino1

A complicare la situazione anche il calo complessivo dei dipendenti comunali. La scarsità di organici è un problema di tutta Torino e la manifestazione (la prima si era svolta lo scorso 2 gennaio) ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sul grave problema che sta affligendo il mondo della scuola.

Le prossime assunzioni (da settembre) non saranno sufficienti, comunque, a garantire l’organico necessario e saranno garantite solo in caso di esubero monetario. 

"Si lavora con fatica soprattuto per la mancanza di personale" commentano i manifestanti

Per incontrare una delegazione di sindacati, insegnanti e genitori è stata anche interrotta per alcuni minuti la seduta del Consiglio comunale. Per i sindacati è prioritario fronteggiare in modo adeguato la carenza di personale e sveltire le procedure che devono portare all’assunzione, già prevista, di 35 insegnanti per le scuole materne, e un adeguato piano di assunzioni per le educatrici degli asili nido e gli assistenti educativi.

Fra gli altri temi affrontati durante l’incontro, anche la riduzione di quindici classi delle scuole materne comunali per consentire, in un’ottica di razionalizzazione dell’offerta formativa, un aumento di iscrizioni in quelle statali lontane meno di un chilometro. Le famiglie chiedono di non compromettere eccellenze del territorio solo per soddisfare esigenze di bilancio.

L’incontro si è  poi concluso con i genitori della elementare “Gianelli”  delle Vallette che hanno manifestato la propria contrarietà al previsto trasferimento di tutte le sezioni della scuola verso la media “Turoldo”, con cui forma istituto comprensivo.

"Non una presa di posizione contro l’arrivo del CPIA1 (Centro per l’istruzione degli adulti) -  sostengono le famiglie - ma la richiesta di valutare altre possibili sedi, salvaguardando l’integrità della Gianelli".


Cerca nel giornale

Amazon Business semplifica gli acquisti, ottieni

di più in un unico negozio online,

genera valore, continua a innovare


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro                                                                                                        

SPORT

Gli esperti

Image Giovedì, 30 Luglio 2020
I gatti da Guinness dei Primati

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com