facebooktwitter

nonsolocontro2017

5760354 Visualizzazioni

maria adelaide

 

 Ordine del giorno per l’ex- ospedale ortopedico

Petrarulo: "è possibile una seconda ondata della pandemia"

Mariaelena Spezzano

A causa dell’emergenza coronavirus, nel mese di marzo a Torino si è manifestata la necessità di ricavare nuovi reparti per i pazienti positivi al Covid-19 in continuo aumento. A tal proposito, si era valutata l’idea di riaprire l’ex- ospedale Maria Adelaide in Lungo Dora Firenze, nel quartiere Aurora sul territorio della Circoscrizione 7.

La struttura è stata chiusa nel 2016 e attività e personale sono stati trasferiti negli ospedali Molinette, CTO e Regina Margherita. Dopo essere stato negli anni passati ricovero per i senzatetto nei mesi invernali e sede di una mostra, l’ex- ospedale sembrava poter rispondere alle esigenze della situazione sanitaria attuale. Tuttavia, in seguito ad un sopralluogo effettato dal governatore, Alberto Cirio e dal presidente del Consiglio regionale, Stefano Allasia lo scorso 2 aprile, lo stesso Allasia ha smentito la possibilità di rimettere in funzione il Maria Adelaide, spiegando che l’abbondono della struttura ne ha determinato uno stato di fatiscenza, causando importanti infiltrazione d’acqua, intonaci pericolanti, ascensori fuori uso, impianti elettrici precari e riscaldamento non funzionante.

“Non possiamo pensare di inserire pazienti - dichiara Allasia -  che hanno bisogno di un ambiente adeguato, a maggior ragione quelli in terapia intensiva. I posti che riusciremmo a recuperare, inoltre, sarebbero solamente 35/36, mentre le lunghe tempistiche che richiederebbero una gara d'appalto e i necessari lavori di ristrutturazione non sono compatibili con l'emergenza. Per il trattamento del covid-19 è di fondamentale importanza un'ossigenazione non sostenibile dalle normali bombole portatili: ci vorrebbe una cisterna attualmente non presente”.

maria adelaide1

Il tema Maria Adelaide, insomma, sembrava essere stato momentaneamente messo da parte, almeno fino alla fine della pandemia.

L’avvio della fase 2 è contraddistinto dall’approvazione di un ordine del giorno, lunedì 4 maggio, da parte del Consiglio comunale di Torino. Con questo documento la sindaca, Chiara Appendino si impegna a dialogare con la Regione in merito al ripristino dell’ex- ospedale ortopedico, che

“potrebbe essere fondamentale in caso di una seconda ondata della pandemia”, afferma il Consigliere Comunale Raffaele Petrarulo, capogruppo della Lista Civica Sicurezza e Legalità.

Sul recupero della struttura ospedaliera sono d’accordo, oltre il Comune di Torino, secondo cui i benefici che questo progetto potrebbe portare alla sanità piemontese sarebbero significativi, i centri sociali torinesi, la Circoscrizione 7 e oltre 10mila cittadini che hanno firmato una petizione per la riabilitazione del Maria Adelaide.

In conclusione, il Presidente del Consiglio comunale di Torino, Fabio Versaci afferma che con l’approvazione dell’Odg

“chiediamo alla Regione di rivedere la gestione dei nostri ospedali. Sono stati fatti dei tagli, è il momento non per fare polemica ma per dire che ci siamo accorti tutti che abbiamo bisogno di una sanità pubblica forte".

sostienicinew4


Cerca nel giornale

Amazon Business semplifica gli acquisti, ottieni

di più in un unico negozio online,

genera valore, continua a innovare


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro                                                                                                        

SPORT

Gli esperti

Image Martedì, 22 Settembre 2020
Displasia del gomito nel cane

SCIENZA

Image Martedì, 15 Settembre 2020
Mario, e Luigi, compiono 35 anni

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com