facebooktwitter

nonsolocontro2017

7670124 Visualizzazioni

slot machine new

 Approvato l'odg di Aldo Curatella di Azione

 Per chiedere alla Regione di non abrogare o modificare la legge 9 del 2016

na.ber.

La ludopatia, lo sappiamo ormai tutti, può portare a una serie di gravi conseguenze che non riguardano esclusivamente l'aspetto economico, ma anche quello della salute psichica.

A questo proposito oggi, lunedì 1 marzo, il Consiglio comunale di Torino ha approvato un ordine del giorno con l'obiettivo di "convincere" la Regione a non abrogare o modificare la legge 9 del 2016 che ha sortito tanti risultati positivi. Basti pensare che dal 2016 al 2019 proprio grazie a questo innovativo provvedimento che ora la maggioranza di Palazzo Lascaris vorrebbe cambiare, in Piemonte c'èstata una riduzione del volume di gioco fisico dell’11% pari a circa 572 milioni di euro. Dati in controtendenza rispetto alla media nazionale e confermati da un’indagine dell’Osservatorio regionale sulla dipendenza che ha stimato come il 78% delle persone affette da ludopatia e prese in carico dal sistema sanitario nazionalesiano dipendenti dall’utilizzo di apparecchi fisici.

Il documento è stato presentato dal consigliere Aldo Curatella di "Azione" che spiega:

«se approvata, la nuova legge regionale attualmente in discussione, porterebbe al dimezzamento delle distanze fra locali che ospitano apparecchi per il gioco d’azzardo e luoghi ritenuti sensibili quali le scuole e non riterrebbe più luoghi sensibili le banche, i bancomat e i luoghi di aggregazione sociale».

Il documento di Curatella va oltre e chiede anche che l'assemblea subalpina proponga anche la legge 9, considerata da più parti, un'ottima norma, alGoverno e al Parlamento, come modello per un futuro testo di legge nazionale in tema di contrasto alla ludopatia ein favore della tutela dalla salute delle persone più fragili. Una legge che possa replicre a livello nazionale gli importanti risultati ottenuti sul territorio.

Mentre la consigliera del Movimento 5 Stelle, Serena Imbesi ha proposto di aumentare di 200mila euro, la somma prevista dal Piano regionale piemontese per il gioco d'azzardo patologico, come stanziamento destinato alle Amministrazioni locali  che hanno ottemperato alla legge.

 


Cerca nel giornale

 CLICCA SUL BANNER E VEDI

pub esposito caselle


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro                                                                                                        

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com