facebooktwitter

nonsolocontro2017

9885848 Visualizzazioni

 

Palazzo Lascaris

Palazzo Lascaris, sede del Consiglio regionale 

Lega e Movimento 5 Selle guardano alle generazioni future

Nicotra «La battaglia contro la violenza di genere non deve assumere alcun colore politico, ma vederci tutti uniti verso un unico obiettivo»

Federica Carla Crovella

In vista della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, a Palazzo Lascaris si è tenuto un Consiglio Regionale aperto sul tema. 

Attraverso le consigliere regionali Sara Zambaia e Letizia Nicotra, la Lega ha presentato un ordine del giorno sull’argomento. Partendo da un assunto più che condivisibile, ovvero, «servirebbe una vera e propria rivoluzione culturale per combattere questa piaga sociale», è stato richiesto «l’inserimento, nell’ambito dell’educazione civica, di progetti specifici che educhino le nuove generazioni al rispetto per il prossimo in generale e per la donna in particolare».

Questa l’istanza presentata, tutta nell’ottica di un cambio di passo a livello educativo. Il cambio di passo, urgente e necessario, deve partire dalla scuola, per intervenire sulle generazioni future e fare in modo che crescano educate alla non violenza.

Zambaia ha fatto presente che le forme e le manifestazioni di violenza sono molteplici, non esiste solo quella fisica, e ha fatto notare come molte di queste siano difficili da individuare e provare. Tra le più subdole e invasive c’è quella psicologica, su cui ha voluto mettere l’accento.

Poi, Nicotra ha aggiunto che:

«La battaglia contro la violenza di genere non deve assumere alcun colore politico, ma vederci tutti uniti verso un unico obiettivo. Non posso però che essere orgogliosa del ‘Codice rosso’, oggi realtà grazie all’assiduo impegno della Lega in Parlamento».

Infine, la Lega ha riconosciuto i passi in avanti fatti negli ultimi anni sulla violenza contro le donne, sia in termini di sensibilizzazione sia dal punto di vista legislativo, «ma molto resta ancora da fare», ha ammesso Zambaia.

Anche il Movimento 5 Stelle, con Sarah Disabato in Consiglio regionale ha rivolto lo sguardo alle generazioni future e ha evidenziato l’importanza della formazione. Questo il messaggio che ha lanciato in vista della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne:

«Educare alla non violenza fin dall’infanzia, per trasmettere alle nuove generazioni modelli positivi di relazioni e parità di genere, prevenendo così la violenza. Occorre partire da qui, per costruire una società più giusta, inclusiva e senza discriminazioni». 

Decostruire gli stereotipi attraverso la formazione e la scuola è fondamentale, per non rendere vane misure come il reddito di libertà e il codice rosso.

«Questa è la prospettiva da seguire per prevenire il fenomeno - ha precisato il Movimento - non certo scatenare l'odio per un asterisco che garantisce un linguaggio inclusivo nelle scuole come avvenuto, solo ieri, in un importante liceo torinese», riferendosi chiaramente all’iniziativa del Liceo Cavour.

Credits: www.muesotorino.it 

 

banner endrio 2021


Cerca nel giornale

 Life Mind Tavola disegno 1 2

 


  GIF VECCHIONE 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

     

                                                                                             

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com